Differenza tra Prefiltro meccanico e Filtro Biologico
In acquario, quasi sempre prefiltro meccanico e biologico si trovano nello stesso contenitore, ciò a volte genera confusione o addirittura assottiglia erroneamente nella mente del neofita, la linea di demarcazione tra l’uno e l’altro.
Il filtro biologico e quello meccanico lavorano in sinergia:
Il filtro biologico “trasforma” le sostanze tossiche derivanti dalla decomposizione organica e dagli escrementi dei pesci, in sostanze meno tossiche, infatti attraverso un processo denominato nitrificazione il filtro biologico trasforma l’ammoniaca/ammonio, in nitriti e poi in nitrati.
Il filtro meccanico è un recinto di protezione per il filtro biologico e serve a fare in modo che lo sporco più o meno grossolano non vada ad intasare il flusso dell’acqua dentro il filtro biologico.
Questo significa che dobbiamo avere molto chiaro quale parte del filtro è deputata ad una funziona e quale ad un’altra.
Questo perché la parte meccanica, al contrario di quella biologica, deve essere sempre bene pulita ed efficiente e non cedere sporco verso la parte biologica.
Un filtro biologico dove l’acqua non circola uniformemente può diventare instabile e creare problemi anche fatali per il nostro ecosistema Acquario.
Il consiglio è scegliete sempre un materiale per il filtraggio meccanico efficace e performante.
Link a prodotti correlati
 
Materiale filtrante biologico - Sera Siporax
Materiale filtrante meccanico - Sera Crystal Clear

 Articoli correlati


 

Il corretto avvio del filtro in acquario è un momento fondamentale per ottenere poi un ambiente sano ed equilibrato. Eseguitane l’installazione, con i corretti materiali biologici e meccanici, sarà necessario attivarlo per favorire l’avvio del ciclo dell’azoto, dunque il processo di nitrificazione.

L’attivazione del filtro in un nuovo acquario è spesso motivo di frustrazione per l’appassionato perché non può inserire subito i pesci.

In realtà, usando i prodotti giusti abbiamo due strade percorribili:

- La prima è attendere la completa maturazione del filtro che necessita di 3 settimane

- La seconda via è monitorare con costanza l’acquario e inserire già dopo 24 ore i primi pesci

nei prossimi post approfondiremo entrambi i sistemi….

Filtro: avviamento classico

Un filtro normalmente, per essere completamente maturo, necessita di circa 3 settimane.

Intanto chiariamo cosa si intende per maturo:

un filtro in acquario è avviato o in gergo “maturo” quando è in grado di attuare la nitrificazione completa, cioè l’ossidazione dell’ammoniaca in nitrati. Più precisamente, deve essere in grado di trasformare l’ammoniaca in nitriti e poi da nitriti in nitrati.

Le cose da fare, per attivare correttamente un filtro, seppur in tempi piuttosto lunghi, in primis sono due: inserire i batteri (bionitrivec) e aggiungere un po' di mangime ogni giorno all’acquario, come se ci fossero i pesci.

Cosi procedendo, vedremo che dopo alcuni giorni, sarà misurabile l’ammoniaca, tra il nono e il dodicesimo giorno invece, faranno capolino i nitriti e l’ammoniaca diminuirà gradualmente. Raggiunto il picco dei nitriti intorno al 12/14 giorno (dipende da quanti composti azotati abbiamo aggiunto tramite il mangime), vedremo che anche i nitriti, nel giro di un’altra settimana, andranno diminuendo, fino ad arrivare allo zero e lasciando poi posto ai nitrati.

Solo a questo punto potremo inserire i pesci in sicurezza. Tuttavia, oggi, grazie allo studio di prodotti molto performanti, è possibile accelerare l’inserimento dei pesci eliminando i rischi.

Inserimento dei pesci:

Oggi, con l’evoluzione dei prodotti di cui Sera dispone, può senz’altro essere anticipata già al giorno dopo dell’avvio del filtro o al massimo dopo una settimana. Vediamo come fare.

La prima cosa è essere certi che la tipologia di filtro che abbiamo scelto, sia realmente funzionale e che il materiale filtrante usato sia di qualità.

Noi consigliamo di usare il Sera Siporax che ha una superficie di insediamento dei batteri, molto superiore ai comuni materiali filtranti.

Un’altra cosa importante è l’inserimento di batteri ed enzimi che agevolino da subito la formazione di ammoniaca dalla sostanza organica, per questo è fondamentale al primo avvio, inserire insieme al Bionitrivec anche il sera Filter Biostart che ci aiuterà ad accelerare questo processo.

Procediamo come segue:

Finito l’allestimento del nostro acquario e dosati i prodotti suggeriti, aspettiamo che l’acqua sia cristallina e procediamo alla misurazione dei valori : in particolare ammoniaca e nitriti.

Quasi sicuramente saranno ancora a zero.

Deciso quali pesci inserire a pieno regime dell’acquario, scegliamo con il supporto del nostro negoziante, per prima i più robusti e iniziamo con l’inserimento di questi.

La prima settimana è molto importante, somministrate il cibo una volta al giorno, in una dose molto contenuta. I pesci non ne soffriranno, anche perché saranno ancora in una fase di ambientamento.

Dopo i primi 5 giorni, verificate la presenza di ammoniaca, se i valori riscontrati sono anche di poco al di sopra dello zero è importante effettuare un cambio d’acqua del 10% e aggiungere Sera Bionitrivec, il cambio d’acqua sarà più cospicuo se i valori saranno più alti.

Tra il settimo e il dodicesimo giorno sarà necessario effettuare la misurazione dei nitriti, la loro eventuale comparsa potrà essere ridotta con l’ausilio di Sera Nitriti Minus, il prodotto non soltanto sarà utile per evitare problemi ai pesci ma eliminando i nitriti e trasformandoli in ammine organiche non interromperà il ciclo di maturazione del filtro.

Passata la seconda settimana dall’avvio, sarà invece necessario misurare i Nitrati, il loro incremento sarà indicativo del buon funzionamento del filtro. A questo punto potremo completare il popolamento del nostro acquario.

Per i primi due mesi consigliamo di misurare i valori di Ammoniaca (NH3/ NH4), Nitriti (No2), Nitrati (No3) con cadenza settimanale.

Vi ricordiamo inoltre che, la formulazione del Bionitrivec è una formulazione stabile e anche quando è stato aperto, non ha bisogno di essere conservato in frigo ma semplicemente riposto in luogo fresco, lontano da fonti di calore o caldo torrido.

Misurare i valori - sera Aqua Test Box

https://www.sera.de/it/prodotto/acquario-dacqua-dolce/sera-aqua-test-box-cl/

https://www.sera.de/it/prodotto/acquario-dacqua-dolce/sera-aqua-test-box-cu/

Scegliere il supporto per i batteri - Sera Siporax professional

https://www.sera.de/it/prodotto/acquario-dacqua-dolce/sera-siporax-professional-15-mm/

Attivare il filtro - Sera Filter Biostart, Sera bio nitrivec

https://www.sera.de/it/prodotto/acquario-dacqua-dolce/sera-filter-biostart/

https://www.sera.de/it/prodotto/acquario-dacqua-dolce/sera-bio-nitrivec/


 Articoli correlati


 

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.